Midnight nation

La sensazione, mentre lo leggevo, era quella di guardare un film anziché sfogliare un fumetto. Merito dei disegni perfetti e della trama accattivante. I personaggi intrigano sin dalle prime pagine: lui perché è affascinante e tormentato, lei perché è gnocca e misteriosa, i cattivi perché sono brutti e malvagi e Lazzaro perché è proprio Lazzaro, quello originale. La storia è un viaggio a cui restare attaccati fino alla fine soprattutto per trovare le risposte che lo stesso protagonista si pone e che verranno soddisfatte solo in parte. In effetti è questa l’unica grossa pecca: il racconto scorre ma certe questioni non vengono approfondite e, quando arriva il perfido antagonista a rispondere e filosofeggiare, non lo fa in maniera esaustiva, dicendo tutto e niente con metafore impeccabili e un po’ noiose. Nell’insieme è un’ottima lettura, arricchita dalla meravigliosa postfazione dell’autore che le fa recuperare qualche punto perduto lungo la strada.

J. Michael Straczynski, Gary Frank – Midnight nation