The stranger

La serie è tratta dal romanzo omonimo di Harlan Coben, autore a me sconosciuto fino a ieri, quando ho scoperto essere stato il creatore di Safe, un’altra serie thriller targata Netflix che un paio di anni fa avevo apprezzato parecchio. La scrittura non a caso è solida, i colpi di scena si susseguono e la trama è intricata al punto giusto, ricca di misteri che si sviluppano parallelamente a quello principale, la scomparsa di una donna, attraverso gli intrallazzi della solita comunità di personaggi che sanno tutto l’uno dell’altro. O almeno credono di sapere, visto che anche il più puro di loro nasconde legami segreti e segreti pericolosi. “Il segreto” sarebbe stato infatti un titolo più adatto ma esiste già una televonela che ha bruciato l’idea, insieme ad un’intera generazione. La storia è impacchettata bene: se non fosse nata da un romanzo non credo sarebbe stata così curata, perché niente è lasciato al caso, a differenza di tante belle sceneggiature che poi peccano di leggerezza. Con un po’ più di fiducia e meno preconcetti, avrei capito che nonostante l’idiozia della tizia di cui si perdono le tracce nella prima puntata (unico buco della trama è proprio la sua inutile omertà), il finale non poteva essere differente e forse è stato meglio così, perché non me lo aspettavo e perché lei non era poi così simpatica.

5 pensieri riguardo “The stranger

Se vuoi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.