Trilogia della città di K.

Un libro che in realtà (o menzogna?) è tre libri, i quali ti conquistano velocemente nella prima parte costringendoti a continuare senza pausa e facendoti credere di essere di fronte ad un capolavoro, salvo poi metterti in confusione totale nella seconda, in cui realtà e menzogna si alternano come i protagonisti più del giorno e della notte, insinuandoti pure il tarlo del dubbio di una mezza delusione, fino ad accompagnarti piano piano alla conclusione dove tutti i pezzi, compresi quelli del tuo cervello, si rimettono a posto e allora, solo allora, puoi fermarti per prendere fiato dopo aver divorato le pagine quasi soffocandoti e pensare a cosa cazzo hai appena finito di leggere: un grandissimo romanzo.

Agota Kristof – Trilogia della città di K.