Il momento giusto

Quando manca la fine, di una storia, di un viaggio, di una vita, si cerca. Non siamo in grado di accettare l’esistenza di qualcosa che non abbia una conclusione. A parte Beautiful. Il finale è quello che ci serve e, se non lo troviamo, dobbiamo inventarcelo. E dopo, crederci.
A me accade quando scrivo, indipendentemente dal fatto che si tratti di documenti di lavoro, di articoli, di annunci o slogan, di post per il blog. Iniziare è facile. Argomentare, volendo, pure. Ma le ultime parole, quelle che suggellano lo scritto prima del punto finale, sono le più complesse, le più difficili da scovare. Perché non basta mettere punto, occorre metterlo quando si è certi che sia arrivato il momento giusto.
Ma come si fa a capirlo? Potrebbe volerci tempo che, del resto, è esso stesso una sequenza di momenti senza fine. Basta sceglierne uno e chiudere. Un momento giusto che non fallisce mai, ad esempio, si palesa quando si è stanchi e si comincia a desiderare una svolta, una pausa, una strada diversa da quella, sempre uguale, offerta dai binari. Quello è il momento migliore per mettere un punto. A una storia, un viaggio, una vita. Sperando magari che anche il posto sia quello giusto.

IoBinari

Annunci