Zero

ZeroTi bacerò ancora, io. Non importa se nei prossimi giorni, in questa vita o in un’altra, in sogno o nella realtà. Conta solo che succederà, che ci sarà una musica a darmi il segnale e la gente a battere le mani. Ho già il biglietto per entrare e, pensa, non è costato praticamente nulla in confronto a quanto ho pagato per uscire, a suo tempo. Ma non è lo stesso concerto, non ci sono gli stessi artisti, il posto è diverso e anche noi non siamo quelli di prima. Sei cambiata tu prima di tutto. Ricordo quello che ho creato e portato avanti, distruggendolo e ricostruendolo ogni volta sulla stessa base ma con forme differenti. Ricordo come ci siamo conosciuti, incontrati e scambiati, mollati e ritrovati, corsi e rincorsi, allontanati ma mai perduti. Perché io ti aspettavo. Ricordo come da Lei sei diventata lEi e poi… boh? Non ha più importanza. Sono cambiato io e non so nemmeno spiegare come. Esperienze, dico sempre. Ti fanno crescere e guardare il mondo con altri occhi e, nel frattempo, il mondo guarda te mentre ti sposti. E’ cambiato lo scenario: prima c’era la tua musica che sostituivo quando mi stufava, poi la mia che spegnevi quando arrivavi in una veste nuova, ora ci sono gli Smashing Pumpkins a metterci d’accordo. E non solo loro che sì, mi piacciono ma non come i Pearl Jam. O tu. Ci sono nuove circostanze, orizzonti più ampi, acque meno profonde e bicchieri meno colmi. Soprattutto ci sono una serenità enorme ed una sicurezza che nemmeno il test dell’alce potrebbe scalfire.
Ti bacerò ancora e sarà come ritornare da adulto nei luoghi in cui sei cresciuto. Come quando, ora che guidi la macchina, ripassi in quella strada in cui hai lasciato i ricordi di bambino. Quello stesso bambino che sognava un’auto vera giocando con i modellini. O come quando, ora che possiedi miliardi di audiovisivi per osservare il mondo, guardi i cartoni animati che tanto ti piacevano da piccolo. Loro sono rimasti uguali, tu sei cambiato e l’effetto è sempre positivo. Ma diverso.
Ti bacerò ancora per capire se quell’effetto, molto positivo, è davvero diverso. E lo sarà, basta che ci sia la musica. Zero è un pilastro degli Smashing Pumpkins. Da zero di solito si riparte e io con te sto ricominciando.

Annunci

33 thoughts on “Zero

  1. quando ho aperto la pagina, vedendo “Zero” per un attimo ho pensato di trovarmi altrove, in un’altra “casa” , la vecchia storia per cui più ti imponi di non pensare all’elefante, più ci ripiombi, vabbè niente, torno nel mio oblio

    (ps: io tifo per lEi)

    Mi piace

  2. Non lo so (ancora) di cosa parli questo blog o questo post, ma devo solo dire che intanto ti sei guadagnato una follower solo per la cartina della Scozia. Staying tuned!

    Mi piace

  3. “Ti bacerò ancora e sarà come ritornare da adulto nei luoghi in cui sei cresciuto”: basta questo periodo per trasformale un bel post quale è in un post importante…di cui mi ricorderò. Per questo: grazie! Ciao…

    Mi piace

Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...