Il diavolo è morto

“Il più bel trucco del Diavolo sta nel convincerci che non esiste” scrisse Baudelaire. Adesso voglio farci credere che è morto. Il diavolo non può morire, un diavolo è per sempre. Nei secoli dei secoli.

Divo
 
Annunci

32 thoughts on “Il diavolo è morto

        1. i sogni sono tutti potenzialmente realizzabili. ed esistenti. sappilo. i muffin esistono eccome, ma non uccidono….al massimo lasciano qualche segno, ci si sporca un po’…..

          Mi piace

      1. Non credo sia proprio questo. Sembra che la morte sia così potente da far apparire qualunque azione fatta in vita come attenuata, rispetto alla prospettiva dell’annientamento totale. Ovviamente questo non vale per i grandi crimini, i quali, per lo stesso meccanismo, però, anziché essere attenuati, godono della demonizzazione, venendo assurti a Male assoluto.
        Diciamo che si sguazza molto tra i due estremi.
        Poi, come dice sempre mio fratello, se uno è stato stronzo in vita, è inutile che in morte cerchi di redimerlo, stronzo era e stronzo rimane, anche a tre metri sottoterra.

        Mi piace

        1. E’ un discorso lungo e complesso. Ma in un certo senso molto semplice: si muore e basta. Stop. La cosa finisce lì. Il morto, che sia stato uno stronzo o un santo, è morto. In quanto tale non gliene può fregare di meno di ciò che sarà perché lui non è più. Tutto quel che segue dipende dai vivi: funerali, sofferenze, beatificazioni, giudizi e così via. I vivi non vedono la morte, la immaginano.

          Mi piace

Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...