Sette anni

Duemilaundici. Un altro anno. Ora ne sono trascorsi quasi sette. Sette anni fa stavamo ancora insieme, lo facevamo da cinque e io ignoravo cosa avrei passato da lì a qualche mese. Se avessi potuto immaginarlo non esisterebbero il blog e tutti quelli che lo leggono, probabilmente non esisterebbe nemmeno l’io di oggi. Sette anni fa è arrivato l’angelo sterminatore e le nostre vite sono cambiate. In meglio forse. Cioè la sua sicuramente sì. La mia è ancora presto per dirlo.
Ho perso il record di durata. I miei cinque anni sono stati superati. Loro dovrebbero stare insieme da almeno sei. Può darsi pure che siano di più, perché in effetti non è detto che abbiano iniziato quando ci siamo lasciati. Ci sono concrete possibilità che abbiano iniziato quando stavamo ancora insieme. Beh, non lo saprò mai. Però sono stato il primo e questo non me lo può togliere nessuno. Dovrebbe essere una specie di garanzia per non finire mai nel dimenticatoio. Se solo servisse a qualcosa.
Mi viene difficile capire cosa mi passi per la testa in certi momenti. E’ difficile perché quei certi momenti io li ho la notte, quando dormo e mi risveglio con l’odiosissima consapevolezza di aver fatto un sogno da sogno. Un sogno quasi finto per quanto era perfetto. E’ odiosa, anzi odiosissima la consapevolezza perché, nella vita da sveglio, non ho il desiderio di vivere quel sogno. Ma quando dormo è impossibile ammetterlo, nel sogno comanda il sogno e devo fare quello che dice lui.
Ormai saranno mesi che, una volta ogni tanto, mi si presenta mentre dormo e la cosa mi dà notevolmente fastidio. E’ bellissima. Nella realtà e anche nel sogno. Che era bellissima lo pensavo quando la guardavo con occhi da innamorato ma, anche oggi che quegli occhi non ci sono più, continuo a pensare che fosse bellissima. Posso solo pensarlo perché non la vedo da qualcosa come due anni. Forse tre. Boh. Il punto è che non mi interessa più avere a che fare con una persona che ho amato tanto e che mi ha tradito. Non c’è molto da aggiungere, non ce la faccio a perdonarla. Poi perché dovrei perdonarla. Punto interrogativo. Il tempo che passa non è sufficiente.
La verità è che vorrei una seconda possibilità. Non per tornare insieme, non per aggiustare le cose, non per salvarle, di questo sono certo. Gli amori finiscono anche quando sono convinti di essere eterni. Probabilmente finiscono perché sono convinti di essere amori, quando invece sono solo storie con un inizio e una fine. Vorrei poter tornare indietro per accettare la conclusione di quella storia sapendo di essere stato impeccabile, portando con me la certezza che non è finita per le mie mancanze e i miei difetti. Vorrei fare un salto nel tempo, in quel tempo, per evitare di portarmi oggi il peso di tutto ciò che non sono stato. Vorrei poterle dire con assoluta convinzione che io ero la persona migliore che potesse trovare e non solo perché l’amavo più di chiunque altro ma perché Lei mi amava più di chiunque altro. Non è stato così.
E più vorrei tornare indietro, più mi ritrovo avanti. Ora però, qualche riga dopo, posso affermare che la mia vita è cambiata in meglio.

Annunci

35 thoughts on “Sette anni

  1. ..un'infinita malinconia mi si e' improvvisamente appicciccata addosso, leggendoti e sfiorandoti. Il motivo e' uno soltanto. La visione che ho di te, con quei tuoi profondi occhi chiari:-) e quel foglio bianco che ogni volta tenti di sporcare di un passato ormai tradotto e che resta splendido per cio' che e' stato, senza che tu debba assolutamente rimproverarti di nulla, mentre tutto cio' che quel foglio chiede e' un tuo salto, proiettarti in modo diverso verso le tue sensazioni piu' vive e piu' vicine a te, non per questo facilmente raggiungibili, ma non ha un po' il sapore di una rivincita?:-)))
    Ti abbraccio, giocando a scompigliarti un po'…senza malizia eh!:-))

    Angelika

    Mi piace

  2. questo post mi fa paura, perche' molte cose combaciano con la mia storia.

    paura che io rimanga a pensarci ancora, dopo anni. ieri ho scritto un post, ma alla fine l'ho lasciato tra le bozze. sarebbe stato l'ottavo anniversario, se due anni fa non fosse finita. motivi e motivazioni a parte, per decisione mia. eppure a volte, ho l'impressione che ci sia qualcosa d'inconcluso,incompleto, e mi da fastidio. e poi ogni tanto, mi compare nei sogni e li' parliamo come persone civili, cosa che nella realta' e' inimmaginabile e mi da fastidio pure questo. e la cosa piu' fastidiosa e' che sto molto meglio di prima, ma continuo a guardami indietro chiedendomi cosa diamine non ho concluso. qual e' quella maledetta riga dove ho dimenticato di mettere un punto. forse,  e' solo la consapevolezza di non essere un gran ricordo. o l'egocentrica paura, di non essere nemmeno quello.

    la ragione umana ha torto, sempre.

    quella del secchiello verde di Ponyo, se ancora te ne ricordi 🙂

    ah, splinder mi ha fatto scrivere cirgon, prima di inviare il commento. qualsiasi cosa voglia dire.

    Mi piace

  3. Ben 7 anni. Orai tu dovresti essere incredibilmente più TU e lei incredibilmente quello che vivi in quelle notti in cui poi ti risvegli…e basta.

    "…la mia vita è cambiata in meglio" Questo è il tuo ultimo post che io leggo

    Mi piace

  4. Come vedi fa meno male di molte altre cose. Per esempio c'è sempre quando ne hai bisogno. E se non c'è puoi sempre sperare di fare abbastanza pena a qualcuno da riuscire ad elemosinarne una. Quindi si torna al punto di partenza: se non c'è è facile averne una. Molto più facile di molte altre cose da/per guarire. O ammalarsi. Vedi tu.

    Mi piace

  5. nn soccombere nei ricordi! Anche se belli ti stanno facendo solo del male.
    Chi ti conosce e non ti apprezza è solo invidioso della bella persona che sei.
    …un sorriso per te^_^

    Mi piace

  6. E se hai percorso una strada fatta di dolore per avere il meglio, è valso la pena anche soffrire allora! Che alla fine quello che conta è oggi, ieri è soltanto ieri, domani sarà magari un'altra storia chissà…

    Baciottone topperino!

    Mi piace

  7. non credo che si debba per forza perdonare sempre.
    e non vorrei fare la solita guastafeste, ma mi viene da pensare che una seconda possibilità spesso non serve, soprattutto quando la vita è cambiata. peraltro in meglio.

    Mi piace

  8. E però una persona è fatta di buono e cattivo, pregi e difetti, perché vuoi eliminare una faccia della medaglia? Si ama tutto. Anche se non ce ne rendiamo conto. E quando finisce è perchè non funziona, e non si tratta di colpe sai.. semplicemente, non funziona. Lo puoi accettare tornando indietro, lo puoi accettare ora, forse non cambia molto. Ci sono percorsi che abbiamo bisogno di attraversare, e dopo ti ritrovi qualche riga avanti, si. La chiave è il movimento.

    Mi piace

  9. Io per esempio vorrei avere la possibilità di dirgli che ha fatto una grande cazzata, la più grande della sua vita. Solo questo. Ma credo che arriverà il giorno in cui lo capirà da solo. Ed è peggio.

    Vedi, nonostante tutto sei qui che dici che ti senti migliore. Questi anni ti hanno fatto diventare quello che sei oggi.

    Mi piace

  10. Uh, ma allora non sono l'unica matta che conta gli anni delle storie degli ex dal momento della dipartita e storce la bocca quando viene superata!
    Con la differenza che io il mio ex non lo rivorrei nemmeno come pupazzetto portachiavi. Ma mi rode il pensiero che LEI abbia trovato il modo di goderselo, quando io dopo nemmeno un anno davo già segni d'insofferenza.
    (no, non sono tornata, faccio solo il giro dei blogs perchè un "torna" mi ha commossa)

    Mi piace

  11. 7 anni e non ti sei ancora sparato? dice lei anonima.
    7 anni non sono nulla quando si è provato un amore sincero. dico io.
    sai anche tu che è solo una piccola ricaduta, sai anche tu che sei in grado di andare oltre. che sei già andato oltre. che te lo scrivo a fare.
    sei forte e hai le idee chiare. sei cambiato, sei maturato. sei sempre più bello, concordo. 
    (gertrude)

    Mi piace

  12. Sono tornata a vedere che cosa combini…
    e leggerti è sempre bello… anche se stavolta leggo tanta malinconia…
    Non devi rimpiangerti nulla… ne cercare di trovare cosa hai sbagliato tu…
    quando una storia finisce gli errori sono sempre da parte di entrambi…
    Tu sei meraviglioso e …
    per quello che conta…
    io ti voglio bene! Baci

    Mi piace

  13. Mi ha colpito il post dell'anonimo. Mi colpisce il fatto di pensare a qualcuno dopo anni. Mi colpisce la stupidità umana, quella che lascia che un cosa bella ci sfiori senza riconoscerla, per poi rinpiangerla una vita.

    Ben vi sta.

    Mi piace

  14. … certe persone entrano nelle nostre vite per sconvolgere.
    dopo nulla sarà mai più come prima.
    nel bene e nel male.
    ma io preferisco pensare che sia sempre 'nel bene'.

    ti abbraccio!
    Amber

    Mi piace

  15. Ma sopratutto il passato è passato, niente lo riporta indietro e a volte forse si dice anche meno male perchè appunto quello che sei oggi lo devi anche a lei, se pero' vivi di ricordi di lei le porte del futuro non si apriranno mai.

    Mi piace

Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...