Ancora un incidente

E tre. Perché quando credi che il peggio sia passato, è il passato a diventare peggio con un altro incidente che si somma ai già tristi due precedenti.
Avevo già distrutto la moto e la macchina. Come ho potuto pensare che non potessi distruggere altro? Potevo distruggere di nuovo la moto. E l’ho fatto (solo perché la macchina è ancora dal carrozziere). Però sono stato fortunato, cerco il lato positivo.
La macchina del vecchietto che mi ha tagliato la strada non si è fatta nulla, del resto era più vecchia di lui: la botta non si nota nemmeno.
Il vecchietto è stato onesto, ne incontro poche di persone così. Gli auguro cent’anni di vita, a patto che smetta di guidare domani.
Il muretto su cui sono stato sbattuto non si è frantumato, nessun danno per la comunità.
Il casco questa volta non si è spaccato, niente trauma cranico. Potrò utilizzare ancora sia il casco che la testa.
Il giubbotto si è strappato ma le protezioni hanno fatto il loro dovere. Ringrazierò la Dainese, sperando che i giubbotti strappati tornino di moda.
Lo zainetto ha un buco come fosse di pallottola. Potrò vantarmi con i figli dei miei figli adottivi di essere uscito vivo da una sparatoria che descriverò con dovizia di particolari prendendo spunto da film come Matrix, Wanted e Equilibrium.
La moto era quasi senza benzina per cui la mia gamba ha dovuto sopportare soltanto i 160 kg di peso a secco che le sono piombati di sopra. I lividi e i bomboloni mi daranno l’aria di chi è uscito vivo da una sparatoria alla Matrix, Wanted e Equilibrium tutti insieme.
I danni sono inferiori a quelli della volta precedente. Potrei non aver bisogno di donare l’ultimo rene che mi è rimasto, anche perché la ragione è mia e l’assicurazione reni di innocenti da vendere ne ha tanti.
Infine io. Io stavo andando dal carrozziere per controllare a che punto fosse la mia macchina. Forse non dovevo. Forse dovevo andare da lEi o a farmi fottere o a farmi fottere da lEi. Forse dovevo morire per capire che non ero immortale come ho sempre sostenuto oppure dovevo vivere per evitare di scrivere cazzate dall’aldilà. Il punto è che non so più cosa dover fare. C’è un momento per ogni cosa e io ormai li sto sbagliando tutti. Il lato positivo non c’è e se lo cercassi sbaglierei ancora. Non era il momento di morire, non era il momento di amare. Aspetterò il momento giusto.

Annunci

45 thoughts on “Ancora un incidente

  1. Mò te compro un cane per ciechi e ti fotto le chiavi dei tuoi mezzi di locomozione, eh! Comunque c'è un momento per ogni cosa, è vero, ma non puoi mica sapere quale sia. Non è possibile. Possiamo solo andare a tentativi e se sbagli, bè, ti risollevi, coi tuoi lividi, col tuo zaino bucato. Che è poi tutto questo la prova che siamo vivi.

    Mi piace

  2. dai.. non esistono "i momenti" altrimenti si rischia di passar la vita a cercare e/o aspettare!!E' solo che bisogna aver la pellaccia se si vuole stare al gioco dell'esistenza 🙂

    Mi piace

  3. ahahahhahah!!! secondo me ci stai prendendo a tutti per il deretano..io ti consiglerei di camminare con un giubbino antiproiettili, tante volte ti dovessi trovrare nel mezzo di una sparatoria…ehehehcomunque sei stato colpito doppiamente vedo, anche cupido a mirato bene dritto al cuore!per me se un immortale, più che sfigato è roba da andarci orgoglioso..mio eroooooooeeeeeeee

    Mi piace

  4. E minchia noo !!!Ecco cosa ho detto leggendo il post e capendo che ti stavi per sfracellare di nuovo.P.S. Sono passata soprattutto per salutarti visto che da oggi metto il blog in pausa e soprattutto metto me stessa in vacanza col culetto e tutto il resto a mollo nel mare blu!!!Buona estate topper e ci si rilegge a settembre… e possibilmente io direi di piantarla con questi incidenti eh? BASTA !!!!Un bacione e fai il bravo

    Mi piace

  5. E beh sì, ci credo…e credo che forse era solo il momento di rallentare, eh topper? su su, sono contenta che nonostante tutto sembra che tu stia bene e  possa tenerti ancora il tuo amato rene…;)p.s. vero a volte meglio non pensare, ma non sono mai stata brava in questo…anzi si può dire che sia afflitta dalla tendenza opposta…pensare fino ad impazzire!

    Mi piace

  6. io consiglierei di andare a piedi o in bici rigorosamente sulle piste ciclabili [quindi non a Firenze eventualmente =D ]! ma come ha già detto qualcuno, il lato positivo è che tu stia bene e abbia pure scritto un post =)

    Mi piace

  7. …d'istinto, mi verrebbe da aggiungere qualcosa, riprendendo proprio da dove dici che "aspetterai il momento giusto"… mentre le parole cercano il tuo Abbraccio, Avvolgente, Adorabile. A.A.A. 🙂 proprio in questi istanti, di più, più su, più su:-)Tato:-*

    Mi piace

  8. Strano.Tutto quello che è così strano mi sembra sempre che debba avere una qualche motivazione che non possiamo ancora conoscere o vedere….PERO' MO' ABBASTA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  9. comunque, questa l'ho letta poco fa:Ogni momento irripetibile della nostra esistenza si proietta nello spazio e ha un suono, la cui durata ed estensione prende per ognuno di noi una linea continua, armonica e melodica creatrice di partizioni nel pentagramma cui l'uomo ne è nota e artefice.;)

    Mi piace

  10. Mio Dio, torno dall'aldilà telematico e ti ritrovo nel quasi aldilà teologico… -.-' Ah, se durante il tuo incidente hai notato nei dintorni un tizio alto, cadaverico, vestito di pelle, con un codino e una spada grossa così, mi duole informarti che quello era Victor Kruger-Kurgan e che tu sei un Highlander. SORPRESAAA!!! (e comunque ti saluta Steve Jobs, ha detto che ti querelerà: il think positive è tutelato da copyright…).Ad ogni modo, io sono arrivata alla conclusione che tutti i momenti sono giusti. Che tutto ciò che fai, anche ciò che credi sbagliato, atto o momento che sia, ti verrà restituito dal tempo in tutta la sua "giustizia". Se hai deciso di aspettare, va bene così. Se hai deciso di agire, andrà altrettanto bene. Riposati e passa una buona estate ;)Besitos!

    Mi piace

  11. qui abbiamo dei problemi con la guida su strada… potresti provare le vie marine o cmq le vie del signore che dicono essere infinite…però, ti prego, lascia moto e macchina in garage.

    Mi piace

  12. … sono passati 6 mesi e noto che la tua distrazione aumenta proporzionalmente all'età (Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… nn ti sembrano un po' tanti 3 incidenti in meno di un anno?????)… sono passati 6 mesi e vedo che hai aggiunto un personaggio alla triade (prima "Lei", poi "lEi")… Dicono che i 3 sia il numero perfetto, la prossima "leI" potrebbe essere quella giusta per completare in quadretto…PS. Scrivi di meno che ci ho messo mezz'ora a leggere tutto quello che mi ero persa :-)))PPS. Adesso che ho a disposizione anch'io un potente mezzo meccanico a due ruote, capisco (anche da passeggero) l'inebriante bellezza della velocità (e la facilità con cui certe cose possono accadere…)Ciao Topper, un bacio!

    Mi piace

Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...