Ancora all’HJF

Alla fine ci ritroviamo in sei sotto quell’alberello. Testa china, spalle ricurve e sguardo rivolto verso il tronco, come in un girotondo senza giri, con una speranza comune che si va facendo sempre più vana. Intorno, fuori dal nostro cerchio, altra gente e fuori dall’alberello ancora gente. E altra gente ancora per centinaia di metri, in tutte le direzioni. Compresi noi sei eravamo ventimila. Eravamo all’Heineken Jammin’ Festival e il concerto dei Green Day stava andando a farsi fottere a causa del nubifragio.
Io gli altri cinque mica li conoscevo. Non conoscevo nemmeno gli altri diciannovemilanovecento e rotti. OK, forse qualcuno sì ma non ho avuto il tempo di guardarli tutti in faccia. E’ che per me questo evento è sempre stato un po’ sfigato. O io per lui. Una volta non sono riuscito ad andare a causa di un imprevisto dell’ultimo minuto e tre anni fa un altro nubifragio aveva impedito ai Pearl Jam di esibirsi. L’altra sera ho rivisto lo stesso fuggi fuggi di persone inzuppate come i Pan di Stelle nel latte, bersagliate dalla grandine e trasportate dal vento, dal freddo e dall’incazzatura.
Sotto l’alberello, bagnato fino all’osso, mentre guardavo la mia fotocamera morire affogata, socializzavo. Da dove vieni? Cosa fai? Quanto ti piacciono i Green Day? Ma tanto quanto? Ma tanto tanto quanto? Li pensi? Ma quanto li pensi? Le solite domande. Si diventa amici nei momenti di difficoltà. Ci si racconta, si parla e si cerca di ridere quando da ridere non c’è niente. Uno dei sei poi lo abbiamo perso per strada. Si chiamava Mosè, sul serio, ma non ci ha fatto da spartiacque, non ci ha guidato attraverso il mare. L’acqua era ovunque e io, in maglietta e pantaloncini, potevo solo nuotarci dentro mentre la mia vita recente mi scorreva davanti come un fiume in piena.
Cercavo, come faccio da mesi ormai, la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto mi fa male. Mosè non l’aveva e io avrei avuto bisogno di chiunque potesse fornirmela, tipo dio o un filosofo greco o albanese. Avrei ascoltato anche le parole rivelatrici di un cantante pop-melodico o di un nano da giardino o di un supereroe. Invece niente. La risposta non è arrivata e nemmeno il caos mi aiuterà a trovarla.
Quel giorno è arrivata solo tanta acqua. Avevo perso i Green Day ma avevo i biglietti per i due giorni successivi. Avrei visto i Pearl Jam, i Massive Attack, i Black Eyed Peas, gli Skunk Anansie e tanti altri. Non lo sapevo ancora ma sarebbe tornato il sole, sarebbe stato giallo e io sarei tornato a sorridere.

Annunci

30 thoughts on “Ancora all’HJF

  1. Certo che gli organizzatori potrebbero farci un pensierino a ricambiare la location o almeno cambiare data…O come al solito dobbiamo aspettare che ci scappi qualcosa di serio?…Mah…all'italiana, al solito…Ma almeno poi ti sei divertito,no?……Il sole c'è sempre, anche sopra le nubi…..  Baci, Akai

    Mi piace

  2. Quando ho visto il nubifragio in tv, ti ho pensato.O meglio, ho pensato "Ma che sfiga Topper".Però dai…alla fine ti sei divertito lo stesso.Quanto mi piacciono gli Skunk Anansie…ha cantato anche "Squander", per caso? La adoro!

    Mi piace

  3. e io qui che mi preoccupavo pensando ti fossi schiantato da qualche parte! Comunque, se stai pensando che io stessi rosicando per i Pearl Jam e abbia mandato il nubifragio, ti sbagli. O forse no! Ma tanto tu sei tornato a sorridere. 🙂

    Mi piace

  4. Già… torna sempre il sole :-)Tra anni fa anche il mio fidanzato è rimasto senza Pearl Jam!!!Il programma di quest'anno mi ispirava un sacco, ma ho scoperto (al concerto dei Baustelle all'Alcatraz… fai un po' te) che ODIO stare in mezzo alla folla: credevo fosse normale quando per caso mi ritrovavo in eventi un po' affollati, ma la folla da concerto con quelli che ti premono dietro la schiena, e di fianco, e ti appiccicano il loro sudore addosso e ti respirano sul collo… AAAAAAARGGGGGHHHHH!!!! No, preferisco i concerti in cui ognuno ha la sua poltroncina assegnata.Dici che potrebbero fare l'HJF all'Arcimboldi??? 😀

    Mi piace

  5. Beh alla fine è andata… Anche senza le risposte che cerchi hai sorriso..Un punto per te…. segnalo !!!P.S. Tipico delle febbraccie estive… brevi e intense… da stenderti!Besitos

    Mi piace

  6. …Acome…?Dillo tu, tatino mio…(potrebbe essere il titolo per questo viaggio, ma anche per tutti i viaggi dell'univero, si…?)…si, si, si, ma non ti distrarre…ti ho fatto una domandina?hihiE un bacio? O due? O tre. Facciamo dicianovemilaerotti baci…(s)conosciuti *Bellooooooo, che ci importa del mondoooo..lalalallaala:

    * …E qualunque cosa sia………

    Mi piace

  7. Che gruppi del cazzo che c'erano. Ma tanto tu sei un tamarro..Cmq, riguardo al tuo commento sul mio blog, dici che ho ricominciato a scrivere benissimo, potrei sapere quando avrei smesso? E perchè non mi hai avvertito?

    Mi piace

  8. e poi almeno li hai visti tutti gli altri? io ero in Irlanda e quando ho sentito di sfuggita che era stato sospeso tutto ho pensato a te, e poi non mi sono più aggiornata, sono tornata ieri sera,allora hai visto?hai sentito? cosa hai visto? cosa hai ascolatato? e lo sai che le Aran sono meravigliose? aggiornami tu per favore 🙂

    Mi piace

Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...