Nel petto

E niente. Ho questa cosa al cuore che, dicono, non è un male e nemmeno una disfunzione. Deve solo essere tenuta sotto controllo. Dicono che una delle mie valvole cardiache non è come dovrebbe essere e io mica ho capito come dovrebbe essere. Ho capito solo che le valvole sono quattro e non sedici come pensavo e una di queste, a seguito di uno strano processo evolutivo basato sul prodotto interno lordo del mio corpo, è più grande del normale. Vuol dire, sempre da quello che dicono, che pur essendo io bradicardico come molti sportivi, questa valvola permette un afflusso di sangue al cuore in modo irregolare. Infatti il mio elettrocardiogramma sembra il grafico della macchina della verità di uno che ha detto solo bugie.
E siccome io nuoto, quando ad inizio stagione vado a fare le visite per il certificato per l’attività agonistica, il medico puntualmente mi appioppa marchingegni con tanto di ventose e pinzette e nastri adesivi da portare addosso per monitorare i battiti del cuore. Per ventiquattro interminabili ore. Ho pensato potesse essere un metodo per fregarmi i soldi delle visite ma, visto che cambio un medico all’anno e che tutti rilevano la stessa malformazione, alla fine mi sono convinto. Il mio cuore è così. Ferito e funzionante.
Questo spiega i miei squilibri in campo sentimentale. Quando stavo con Lei, questo problema non l’avevo. Ero stabile e innamorato. Il cuore andava di corpo regolarmente. Poi Lei mi ha lasciato. Cioè non è che mi ha soltanto lasciato, quello piano piano lo avrei accettato, mi ha anche pugnalato. E mica solo una volta, quasi ogni giorno. Per mesi. Probabilmente il cuore ne ha risentito e la valvola in questione, a forza di sputare sangue, si è danneggiata. Così ho vissuto anni in preda ad emozioni e sensazioni altalenanti, anni di relazioni ed avventure che mi hanno dato tanto e in cui spiccano due quasi storie d’amore e una storia in cui l’amore ho provato a mettercelo ma senza fortuna. Storie di incontri e frequentazioni sempre vive, a volte brevi e intense, a volte meno brevi, a volte nemmeno storie ma fantasie costruite nella mia testa senza essere ricambiate. L’amore, in tutto ciò, non si è fatto vedere o si è fatto vedere e non l’ho riconosciuto perché travestito da affetto, sesso o non so cos’altro.
In questi giorni però stanno accadendo strane cose. Cose mai viste prima. Ho scritto tanti post sulle persone che mi hanno donato attimi indimenticabili e che hanno lasciato una traccia nella mia vita ma stavolta è diverso. Stavolta ho paura. E’ arrivata una lEi con la E maiuscola, a differenza di Lei che aveva la L maiuscola (e non può essere un caso), in grado di stravolgere tutte le mie certezze, le mie verità, le mie passioni. E’ una meraviglia. E’ la ragione per cui il sole va a nascondersi la notte, incapace di sostenere il confronto. E’ il sorriso che hanno deciso di prendere come modello da stampare nella faccia della gente felice. E’ il suono che si avverte venendo al mondo, come fosse sempre il primo giorno. E’ la cosa più bella che mi sia capitata da quando sono tornato a vivere. E’ la ragione per cui non posso permettermi di morire.
Purtroppo è anche irraggiungibile, come il cellulare in una zona morta.
Ciò non toglie che mi ha dato la vita. La valvola difettosa è in piena agitazione. Pompa sangue come fosse un rubinetto aperto. Ho perennemente la testa altrove e nessuna intenzione di riprenderla. Non riesco a lavorare e non mi importa: il lavoro dà da mangiare ma io ho smesso sia di mangiare che di dormire, sarebbe tempo sprecato. Anche il nuoto che mi distraeva da qualsiasi preoccupazione sta fallendo. Anche il calcetto che l’ha portata da me non ha il valore di prima. Lo stesso blog rischia di chiudere. Perché se fosse vero quello che penso e che non avrò mai il coraggio di ammettere, questo blog non avrebbe più motivo di esistere.

Annunci

62 thoughts on “Nel petto

  1. Il cuore è davvero strano. Ed è strano anche che i sentimenti vengano associati sempre ad esso.. Sarà per l'accelerazione del battitto quando la vedi, quando le parli, quando la senti?Il cuore è strano perché fa sempre di testa sua… Non puoi indurlo ad amare e non puoi fermarlo quando ama.. Si innamora e perisce sotto i colpi violenti di qualche sera tempestosa.A volte si aspetta l'amore con tanto grande ansia, con speranza, con curiosità,con desiderio che si perde di vista tutto.. ci si dimentica quasi che cosa sia, ci si dimentica la vera sensazione di un cuore innamorato. A volte addirittura ci si chiede se ha mai amato veramente. Questo dubbio, valido per pochi, forse..Ogni tanto mi capita di pensare che la nostra fervida immaginazione collabori con i bombardamenti di ideali e col desiderio di amare al punto da confondere l'inganno col puro e semplice sentimento. Sai, è stato bello leggere le tue parole.. sono vive. E' quel tuo cuore "ferito e funzionante" che sta riprendendo a palpitare con maggior vigore.. C'è qualcosa di molto ricco negli scritti di chi prova simili emozioni…  

    Mi piace

  2. Mmm… Quando si nasce "particolari" (passami il termine) ci son sempre delle belle rogne. Anch'io sono "particolare": ho un gene difettoso che mi ha portato problemi agli arti. Non si direbbe (sembro normale, a parte quando parlo e tutti capiscono che son scema forte), ma i miei arti tendono alla paralisi (reversibile grazie a delle operazioni, fortunatamente).Come mai questa tua nuova lei è così lontana da te? Ne sei proprio sicuro?

    Mi piace

  3. Topperino un appunto devo fartelo, però. Sarà che io son troppo razionale ma "sprechi" troppe parole per coLei che ti ha pugnalato. Che finchè ciò diventa produttivo ( vedi gli stupendi post) è un bene però da qui a pensare che la tua vita ha avuto un tracollo sentimentale dopo di lei io lo imputerei al caso. Indubbiamente l'esperienza ti ha ferito e reso più vigile, e forse sei diventato più arido nei confronti delle seguenti patners che magari , se avessi conosciuto prima di lei, avresti amato diversamente. Tutti quelli che ci danno pugnalate diventano alibi, penso questo. In realtà i non pronti siam noi. Ogni persona merita un' oppurtunità e se non va in porto è semplicemente una questione di compatibilità. Punto. E te lo dice una che fa tanta fatica ad innamorarsi..cotte mille, ma ho provato vero amore una volta sola. Son difficile, ammetto, ma non me ne faccio una colpa ne la faccio agli altri. Ad oggi ciò che m'interessa è star bene con me stessa, un ipotetico patner non lo cerco affinchè mi completi, io completa lo voglio essere da sola..lo cerco che mi faccia uscire il meglio di me, al massimo :Ddopo tutta sta premessa una cosa sola sento di dirti..per quanto riguarda la nuova lEi, che è arrivata, non averne paura. Anche se è irrangingibile viviti l' emozioni che ti sucita il semplice pensiero di lei. Sarebbe stratosferico "viversi" chi si vorrebbe ma a volte non accade, allora prendi semplicemente le emozioni belle..l'amore quello vero, credo sia ricco d'ispirazione e privo di possesso. Vedrai che sarà un toccasana per il tuo cuoricino ferito e linfa vitale per la tua anima..che quando sta bene quella tutti gli organi l'accompagnano ;)in bocca al lupo 😉

    Mi piace

  4. Non sono le operazioni il problema… Il vero problema è che questo errore genetico ha distrutto l'unico mio grande sogno che stavo faticosamente realizzando: ero una violinista. Paralisi al braccio destro = operazione = fine del sogno. Ancora oggi (son passati 4 anni) è veramente dura. Non ascolto più musica classica, non canto più opere liriche. Ho ripiegato iscrivendomi alla facoltà di archeologia, ma… Non sono felice. La malattia mi ha tolto quasi tutto, ma almeno so che tutto ciò che poteva togliermi l'ha già tolto. E non potrà togliermi altro. Che a dirla tutta, mi hanno pure sbagliato operazione. E quindi in totale mi toccano 4 operazioni.Il fatto che tu non voglia creale problemi ti può fare solo onore. E ti fa onore anche il fatto che non ti arrenda. Spero per te che riuscirai ad avere ciò a cui tieni 😉

    Mi piace

  5. per lEi è irraggiungibile? appartiene ad altri? ma le appartenenze si "spartengono" così come si creano.ma se l'arrivo di questa E nella tua vita dovesse comportare la chiusura di questo bellissimo blog sarebbe davvero un pEccato.

    Mi piace

  6. lEi.la descrizione di una donna perfetta. così perfetta non può essere se si permette di rovinare i tuoi sogni e le tue ambizioni. il nuoto, il calcetto, il blog. se la conoscessi le impedirei di farlo, ma forse non ascolterebbe anche me. o forse arriverà una leI con la I maiuscola, ma che importa adesso. il sole neanche c'è. non conoscendo la storia, ti direi di prendere il bello, rubarle i sorrisi e rinascere ogni giorno.  ti abbraccio Top.

    Mi piace

  7. adoro come scrivi. adoro anche quello che scrivi, mi sembra di sentirti. spero che un giorno lei legga tutto questo, credo che le tue parole siano davvero meravigliose e profonde.buona nottec.

    Mi piace

  8. 4 o 16 valvole,  funzionante o sconquassato, il cuore fà sempre e solo casini!E' l'anarchico per eccellenza.Il mio è da un pò che è diventato ingestibile, fà le bizze quotidianamente e aspetto che si decida … "Hai capito ? Ti decidi o no a dirmi cosa cavolo vuoi?"Scusa piccola discussione in casa Laila… ;)Boh che dirti, leggere di un qualcosa di nuovo che ti sconvolge a tal punto è bellissimo ( non ti nascondo che quando ho letto…….E’ la ragione per cui il sole va a nascondersi la notte, incapace di sostenere il confronto. E’ il sorriso che hanno deciso di prendere come modello da stampare nella faccia della gente felice. E’ il suono che si avverte venendo al mondo, come fosse sempre il primo giorno. E’ la cosa più bella che mi sia capitata da quando sono tornato a vivere. E’ la ragione per cui non posso permettermi di morire.… Ho sentito un nodo alla gola e le lacrime hanno rigato il mio viso…) Mi spiacerebbe fare a meno di leggere i tuoi post, anche per questo motivo, perchè sei emozionante…Perciò vedi di fare qualcosa ecco!

    Mi piace

  9. C'è sempre una lei. Sempre. E se non c'è vuol dire che qualcosa non merita di essere vissuto. Sempre che qualcosa meriti di essere vissuto. Ma questo è un altro discorso. Che comunque è TUTTO IL RESTO che conta, tutto: dolore, ansia, evoluzione, passato, futuro, speranze, incubi. Ma soprattutto tu con lei e tutto il resto. Senza lei e tutto il resto. Con lei senza il resto. L'unica cosa che non si può togliere, tranne in alcuni disperati casi, è il tu. Quindi, ora, per sempre o tra poco, rimani tu, tra le righe che magari non avrai più voglia di scrivere.E comunque "love is our resistance", sempre.WomanOnTheMoon, solo un'altra E.

    Mi piace

  10. Io fatico a guarire, Top. Dopo la Ferita, ho cercato di medicarmi con cerotti di diverse lettere dell'alfabeto, pensavo di avercela fatta , e invece la colla non tiene. Ho smesso di scrivere sul mio Blog. Ma non l'ho chiuso. Forse perchè spero che una futura guarigione mi permetta di riprendere a scrivere. Significherebbe che avrò trovato il coraggio di affrontare le mie emozioni e i miei sentimenti. Per ora resto spenta. Anche se so di avere l'Interruttore molto vicino al mio cuore. La paura della luce mi impedisce di premerlo.Un abbraccio. Se smetterai di scrivere, sarò felice per te. Ma non cancellare il mio numero 😉

    Mi piace

  11. A volte penso di ripetermi e di stufarti ma dopo le tue parole non posso non dirti che ciò che scrivi è musica, è poesia…è il cuore che parla anche se qualcosa non va.Il cuore dice tutto e alla fine è solo la mente malata e convinta di realtà assurde come che siamo soli, come che siamo destinati a soffrire, a far morire il nostro cuore quando invece dovremmo avere gli occhi del cuore che anche se ferito prova emozioni…si chissà perchè l'amore e le emozioni vengono affidate al cuore…forse perchè una volta che smette di battere questo si muore definitivamente come per l'emozioni. Chi non prova emozioni, mi dispiace, ma non vive…e tu sei innamorato..si…emozione bellissima che ferisce sempre lo stesso…L'amore può rendere felici, far arrivare dritti dritti al settimo cielo e farti precipitare un momento dopo nel baratro più oscuro. è così da sempre e le ragioni son sempre ignote e sconosciute…come se non fosse concesso sapere e forse è meglio così perchè se lo sapessimo la nostra vita sarebbe piatta e monotona…si, senz'altro felice ma nessuno si divertirebbe e credo ci stancheremmo di vivere perchè la felicità è bella soprattutto dopo che trascorri un periodo di merda e scusa il francesismo.Io ti auguro sempre di essere felice, di raggiungere lEi con la E maiuscola, che il suo sorriso ti faccia sempre bene, che non ti faccia soffrire perchè arriva un punto in cui il cuore cede e smette di battere e questa sarà la fine…Sai mi hai fatto quasi piangere…davvero, adoro ciò che scrivi…sembra che tu sia dentro me, come un'altra vocina che mi dice, mi parla, mi racconta, mi descrive quello che vive…e io vivo con lei. I suoi dolori sono i miei, le sue gioie mi rendono felice e per questo vorrei conoscere i tuoi occhi…vorrei sapere che forma ha il tuo viso, il suono della tua voce, la forma delle tue mani..ciao Top…Un caro saluto, buona settimana…

    Mi piace

  12. Una donna che ti lascia e ti  pugnala mi sembra che abbia poco cuore, e anche se è difficile giudicare – e sembrerà banale – occorre girare pagina.Fallo per il tuo cuore troppo grande.  

    Mi piace

  13. Esisti tu sciocco.E tutte le tue valvole e …. l'amore e' solo funzione del nostro grado di gestire la Libertà. La Libertà di essere se stessi … quando si e' felici e quando si soffre.Accogli la tua sofferenza come parte integrante di te.Accogli te stesso e non far dipendere mai nulla da un'altro.ciao

    Mi piace

  14. Ogni cosa ha il senso che vuoi dargli…sei tu a scegliere…e soprattutto puoi decidere quando, come e se cambiare tutto…nel blog come nella vita. Se continuerai a scrivere io continuerò volentieri a leggerti, in caso contario buona fortuna! 😉

    Mi piace

  15. Le cose non realizzate sono le peggiori, ti domanderai tutta la vita come sarebbe stato se… Spero per te che questa situazioni si sblocchi in qualche modo ;)Il problema è che non ho altri sogni. Mi hanno sempre detto che sono diversa da molti miei coetanei (sono giovanissima, ho 21 anni) perchè ho sempre avuto una passione grande che mi animava, e perchè sapevo cosa fare nella mia vita. Adesso non so più niente, e non mi chiedo nulla. Se mi chiedono cosa voglio fare dopo l'università io non rispondo, perchè di risposte non ce ne sono. Mi sento così mediocre ed anonima… Ma in fondo, c'è chi sta peggio. Io devo ringraziare la vita per ciò che ho ancora e che avrò. Ho un uomo che amo e che mi ama e il prossimo anno dovrei trasferirmi al nord con lui. E' già una fortuna questa, no? 🙂

    Mi piace

  16. effettivamente, siamo in due, allora. da quello che potrei avere la presunzione di leggere.da tutte quelle cose passate e che poi qualcosa arriva e ti dici e questa, per tutto questo tempo, dove cavolo e' stata. ma insomma, non credo di essere brava a spiegarmi in questi giorni, e' gia' tanto se mi concentro mentre faccio lezione. e non sempre mi riesce, beata la ciurma.sono in ritardo perenne nella lettura dei tuoi post. non nego mica mi piacciano un sacco, eh. pero' ho la costanza di un arcobaleno, quindi, me ne frego io e te ne freghi tu e siamo a posto.

    Mi piace

  17. Bene, è giunto il momento di voltare pagina: di mettere la tua vecchia Lei al passato. Di archiviarla, di perdonarla, di mettersi due cerotti incrociati sul cuore e cominciare a vivere di nuovo.Con una lei diversa, qualunque sia la sua lettera maiuscola.Il tuo cuore ti sta dicendo questo: "per piacere smettila di tormentarmi con i brutti ricordi! dimenticali e andiamo avanti…"In bocca al lupo

    Mi piace

  18. Mi sono appassionata a leggere,anch'io praticavo nuoto, ma a livello niente, quando ero un pò più piccola.Comunque c'è una curiosità di fondo, per nuotare ancora a livello agonistico dovresti essere molto giovane, però poi dici di aver avuto già tante esperienze d'amore dopo una storia finita male.Che casino. Ma la morale di fondo, non è solo "L" (mi ricorda Laura di Petrarca o anche Beatrice etc) ma è il modo in cui tui vivi l'amore, come se fossi un poeta cortese, tipo Cavalcanti. La filosofia di "Lei" è la donna salvifica, e sopratutto "L" è Amore generale, l'allegoria della contemplazione di cui hai bisogno, e della sete di gloria o comunque di successo in tutti i campi…Lo so sto mio commento è pesante e analitico,ma purtroppo così m'è venuto,smack

    Mi piace

  19. Decifrare cio' che ci dice il cuore non e' sempre facile… a differenza di quando si spezza, quello si che lo sentiamo bene…Magari cambierai idea sul fatto di chiudere il blog pero' questa lEi dev'essere davvero importante per stravolgerti la vita… Un po' come avere le farfalle nello stomaco tutte le volte che ci pensi o che ti e' accanto.Un bacio.

    Mi piace

  20. come è bella la sensazione di quando si pensa di aver trovato una persona speciale , quel cuore che pulsa, nache se questa persona avvolte è irragiungivbili si sente diversi come se finalmente la vita avesse un senso

    Mi piace

  21. Ciao, ho letto un tuo commento qualche tempo fa, nel mio blog, che per qualche strana idea, mi è venuta voglia di rileggerlo… beh, ti linko, visto che mi piace leggerti. Un caro saluto.

    Mi piace

Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...