Un record

“Quando sei giovane le tue potenzialità sono infinite: potresti essere Einstein. Potresti essere Di Maggio. Poi arriva un momento in cui “potresti essere” va a sbattere contro ciò che sei stato. Non eri Einstein. Non eri niente.” (Charlie Kaufman)

Come spesso succede quando non ho un cazzo da fare, anche ieri ho riflettuto sulla mia condizione di uomo. Partendo dall’assunto che Dio non esiste, cosa di cui in parte sono fermamente convinto e in parte pure e di cui, tutto sommato, mi frega ben poco, sono arrivato alla conclusione che l’uomo è fatto a immagine e somiglianza di un non-essere che non solo non si mostra nella quotidianità di ognuno di noi ma che non c’è proprio mai stato. Ne deriva che gli uomini sono stati creati a casaccio. Qualcuno è venuto bene e qualcuno meno bene anzi, diciamolo, fa proprio schifo. Si potrebbero mettere agli antipodi, che ne so, Einstein e Cuffaro, Joe DiMaggio e suo cugino, Silvio Berlusconi e Silvio Berlusconi. In mezzo però, ed è questo il punto su cui mi sono soffermato, c’è la stragrande maggioranza degli esseri umani. Ci siamo noi.
Io sto in mezzo a questa scala. Non sono perfetto per stare né da un lato né dall’altro. Sono perfetto, se così si può dire, per stare nel mezzo, nella mediocrità, che non è per forza un termine negativo, è un più che sufficiente che non è buono né tantomeno eccellente. E io non eccello in nulla.
Da piccolo, potenzialmente, potevo ambire a diventare come Kaufman e vivere a Hollywood come lui. O come Di Maggio. Invece no. Non sono famoso, non sono importante, non sono eccellente, se non per i miei cari. E anche qui nutrirei qualche dubbio. Non sono una bella persona ma nemmeno brutta, sono normale, nella media appunto. Non sono un gran lettore, figuriamoci uno scrittore: il mio vocabolario non supera le 1000 parole (che sono tutte in queste righe); non sono un figlio adorabile (mia madre una sola volta mi ha sentito dire “ti voglio bene” ma stavo parlando con la mia moto) né un partner sensazionale (la mia moto non ha mai risposto al mio “ti voglio bene”). Faccio i 50 farfalla in 33” e non scenderò mai sotto i 30”, arbitro in serie B e non arriverò mai in A, arrampico fino a 5 C e lì resterò, mi immergo fino a 40 metri ma non c’è niente di eccellente in tutto questo. Mi vanto di essere un patito di cinema e non ho visto capolavori del calibro di Scusa ma ti chiamo amore. Poi sì, mi diletto con qualche sport estremo ma non morirò come Patrick De Gayardon. Nemmeno in ufficio sono una mente: qui nessuno è insostituibile e io valgo poco più di un ruotino di scorta, motivo per cui scrivo questo post invece di lavorare.
Tutto questo per spiegare come, giorno dopo giorno, ho iniziato a chiedermi se esiste qualcosa nella mia vita che so fare meglio di molti altri. Anche qualcosa di banale. Ci ho girato attorno per giorni, pensato e ripensato e la sera non arrivavo mai ad una risposta. Tornavo a casa dopo il lavoro e mi mettevo a cazzeggiare davanti al PC cercando su Google la soluzione alla mia mediocrità. Andavo su Wikipedia e non mi trovavo nemmeno. Un clic su Emule e uno su Explorer, uno su messenger e uno su Outlook e un bel giorno ho realizzato questo:
Pratofiorito
Ora spero che nessuno dei quattro lettori di questo blog (anche come blogger non sono eccellente) venga a dirmi di aver completato il Campo Minato in un tempo inferiore. Già aver capito come funziona è difficile, completare il quadro in 209 secondi è eccellente.
Appunto.

Annunci

23 thoughts on “Un record

  1. mi cojoni!
    a questo punto sei pronto per partecipare al concorso nazionale per il lancio della caccola,
    del quale, modestamente,
    detengo da tempo il record,
    fissato in 17,62 m.
    per una caccola regolamentare di 25 grammi.

    Mi piace

  2. TE LA CANTO????

    una vita da mediano
    a recuperar palloni
    nato senza i piedi buoni
    lavorare sui polmoni
    una vita da mediano
    con dei compiti precisi
    a coprire certe zone
    a giocare generosi

    sempre lì
    lì nel mezzo
    finchè ce n’hai stai lì
    una vita da mediano
    da chi segna sempre poco
    che il pallone devi darlo
    a chi finalizza il gioco
    una vita da mediano
    che natura non ti ha dato
    nè lo spunto della punta
    nè del 10 che peccato

    sempre lì
    lì nel mezzo
    finchè ce n’hai stai lì
    stai lì
    sempre lì
    lì nel mezzo
    finchè ce n’hai
    finche ce n’hai
    stai lì
    una vita da mediano
    da uno che si brucia presto
    perché quando hai dato troppo
    devi andare e fare posto
    una vita da mediano
    lavorando come Oriali
    anni di fatica e botte e
    vinci casomai i mondiali

    sempre lì
    lì nel mezzo
    finchè ce n’hai stai lì
    stai lì
    sempre lì
    lì nel mezzo
    finchè ce n’hai
    finchè ce n’hai
    stai lì

    Mi piace

  3. Magari sei bravo ad esser te stesso.. in questo eccelli…
    ok.. abbiamo tutti pregi e difetti.. ok le tue cazzate le avrai fatte anche tu.. ma a volte.. semplicemente non ci accorgiamo della nostra influenza sugli altri.. di un sorriso confortante che diventa tutto nel momento giusto…
    E poi.. magari Einstein nella vita era uno stronzo.. una pessima persona..
    Non è la percezione del mondo e la scala del mondo a determinare chi siamo.. siamo noi stessi..
    E tu.. non puoi non saper che qualcosa vali… perchè puoi dare tanto ed ancor di più… siamo noi.. quelli nel mezzo.. che facciamo la vera differenza..

    Mi piace

  4. Alla fine sei tornato a scrivere… O meglio a trovare qualcosa di particolarmente adatto ad essere postato quì. Visto che alla fine scrivi sempre. E potre anche pensare che non hai mai nulla da fare!
    Al contrario tuo credo in Dio, credo nell’amore, credo nel destino che ci pone davanti alle scelte che siamo poi noi a dover prendere. Urlo il bene che voglio alle persone a cui tengo.
    Ma alla fine, che cosa è la perfezione? Chi è a decidere i parametri corretti per considerare una cosa perfetta o mediocre? Lo hai detto proprio tu che quella bambina sul treno con i suoi cari erano perfetti, il loro mondo non era Hollywood, eppure probabilmente non avrebbero chiesto altro che vedere la gioia in quei due piccoli okki.
    Sono sicura che anche tu per qualcuno sei perfetto. E per vedere quella perfezione ti basterà guardare la luce perfetta di due okki che ti guardano. Un abbraccio.

    Mi piace

  5. beh consolati nel campo minati c’è qualcuno che è peggio di te… becco la bomba al primo click… ah ah ah… quanto al resto del post… troppo lungo e complicato come discorso… però ti lascio un sorriso…

    Mi piace

  6. Ah ecco cosa intendevi… Non capivo nel commento che hai lasciato da me a che ti riferivi dicendo del campo minato… ora capisco tutto! Beh che bravo… io nemmeno ho mai provato a capirci qualcosa di sto gioco (inutile?) preferisco il solitario e lì non eccello per niente… per cui consoliamoci, siamo degli esseri mediocri. Ma in realtà penso che come per tutto… ogni cosa sia relativa. Ci sarà sempre un altro peggio e uno meglio… è la vita dobbiamo rassegnarci e basta. Cmq mi hai dato un’idea, proverò anche io a battere un record, magari ci provo con il nuoto che dici? Tanto rispetto ai vecchietti che incontro solitamente in vasca all’ora in cui vado dovrei essere io ad eccellere… e sono soddisfazioni non indifferenti per la mia bassa autostima :).
    Un bacione e buona settimana che sia all’insegna della mediocrità 🙂

    Mi piace

  7. Oh che bellezza leggere questo post Topper!!
    Non sai quante volte ho avuto gli stessi pensieri, formulato le medesime domande, mi son fatta divorare(e quante volte metter in crisi!!) da questi stessi dubbi…
    Ma alla fine la risposta è sempre la stessa:
    “IO ADORO LA MIA SEMPLICITA’!!”
    Mi fa star bene, con gli altri e con me stessa. Mi fa viver bene. MI FA BENE!! …e dal ‘tono’ delle tue parole, credo proprio che per te sia lo stesso 🙂
    M.

    Mi piace

  8. A volte basta solo un po’ di furbizia e un conseguente bell’imbroglio per battere anche un record di 209 secondi,umiliandolo con un bel 9.

    ops però non bisogna essere cosi onesti,cioè non si dice se no si diventa sleali e tutti han la scusa per coltivare l’invidia in tutta calma e non doverti lodare per la bella faccia.

    Però cosi almeno si smuove la propria posizione(per chi si annoia),o verso Eistain,o verso il cugino di DiMaggio.

    Mi piace

Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...