Dialogo con dio

Dio: Sveegliaati Toopeeer!
Topper: Uh… oh… Chi sei?
Dio: Io sono il Signore Dio Tuo!
Topper: Il signore di…?
Dio: Dio Tuo!
Topper: Ah… mi sembrava mio padre che mi dava la sveglia.
Dio: Onora il padre e la madre!
Topper: Sì, sì, sono onorati. E’ che mi svegliano sempre, anche di domenica…
Dio: Ricordati di santificare le feste!
Topper: Appunto, la domenica è sacra, lo dicono tutti.
Dio: Non avrai altro Dio fuori di me!
Topper: Tranquillo. Ho già difficoltà con un dio, figuriamoci con gli altri. Berlusconi vale?
Dio: Non nominare il nome di Dio invano!
Topper: Berlusconi? Non lo nomino mai, giuro!
Dio: Non dire falsa testimonianza!
Topper: Beh… sì, ogni tanto lo mando a quel paese e sputo anche sui suoi manifesti…
Dio: Non commettere atti impuri!
Topper: Eeeeh va be’, per uno sputo… ma forse ti riferivi all’altra sera con Giulia…
Dio: Non desiderare la donna d’altri!
Topper: Come fai a sapere che è sposata? Siamo stati attenti, eravamo appartati…
Dio: Non rubare!
Topper: Ok, ok… abbiamo preso l’auto di suo marito…
Dio: Non desiderare la roba d’altri!
Topper: Rimetterò a posto l’autoradio…
Dio: Non uccidere!
Topper: Ma non ho mai ucciso nessuno!
Dio: No? Davvero? Cazzo, stava funzionando…

Annunci