PS

Il passato dicevo. Il passato che presto mi raggiungerà per guardarmi in faccia. Il passato che cresce di giorno in giorno a scapito del futuro. Lo stesso passato che nasconde bivi e orizzonti, chiacchere e promesse, persone e personalità. E soprattutto errori.
Tutti abbiamo qualche macchiolina che vorremmo cancellare. Io più di una, ho un passato a pois. Certe cose avrei potuto anche evitarle. Ma un errore non esiste se non lo commetti. Nella mia breve vita ne ho realizzato uno – e chi mi conosce lo sa bene – davvero imperdonabile. Un errore di sbaglio. Me lo trascino dietro, senza riuscire ad allontanarlo. Certo, i tempi sono cambiati, il rimorso si è attenuato e i nervi sono più distesi. Oltremodo non era facile all’origine comprendere a cosa stessi andando incontro. O forse sì, di dubbi in effetti ne avevo tanti. Mi sono però fatto conquistare, affascinato da un’esperienza che non conoscevo e da un rapporto che prometteva bene. I primi mesi infatti sono stati un idillio, sempre a giocare e ridere. Non c’era alcuna voglia di smettere: io, lei e il nostro mondo. Le giornate erano brevi quando eravamo insieme. Gli impegni pesavano ma la sera, quasi tutti i giorni, riuscivamo sempre a trovare un paio d’ore per stare insieme, specialmente a casa mia, soli. Ricordo con sorrisi e nostalgia i momenti di piacere che mi procurava così come le serate che trascorrevamo con gli amici di un tempo, anch’essi ormai persi per strada. Provo un certo senso di vuoto ora che il nostro rapporto si è definitivamente incrinato. Ormai ho capito e accettato. So che lei sarà con me ogni volta che ne avrò bisogno eppure non riesco più a guardarla con gli stessi occhi di prima. Anzi non riesco proprio a guardarla. Mi infastidisce. Cerco di evitarla in tutti i modi perché non possiede più il carisma che mi rendeva felice. Lei è cambiata, io sono cambiato. Non posso e non voglio aggrapparmi ad uno scorcio di realtà che non esiste, per quanto attraente, colorato e coinvolgente. Mi stanno strette le sue condizioni e la leggerezza che le appartiene. La sua superficialità, la sua incapacità di fornire un quadro sincero delle cose. Mi viene difficile scrivere tutto questo ma è così. Io la odio, sì la odio. Maledetta Playstation.

Annunci

31 pensieri riguardo “PS

  1. Ma perché mi fai sempre così??? Sono lì a immaginare questa grande storia d’amore, ho gli occhi quasi lacrimanti, il cuore intenerito e alla fine mi ritrovo con l’immagine di te che giochi alla playstation. Ah, quante emozioni inutili!!!

    Vabbé, a proposito di rimpianti, io non ne ho molti a dire il vero. Ma credo che se potessi tornare indietro, forse proverei ad amare meno chi non lo merita. Non è giusto riempire con il proprio affetto persone dall’anima vuota. Ma ormai, quel che è fatto è fatto. Speriamo che almeno se lo siano goduto.

    Mi piace

  2. E’ colpa di voi maschietti che volete sempre quelle più giovani…
    ora c’è la play station 2….
    con più accessori…
    e la povera piccola psone finisce nel cassetto…
    siete tutti uguali!!!!
    Topper mi hai deluso!!!!
    🙂
    ma ti voglio un casino di bene lo stesso!
    🙂
    smack!!!

    Mi piace

  3. eheh gli unici veri amori dei maschi… il calcio,la playstation e poco altro ancora… e dopo dopo arrivano le donne ^_-, beh ma nn abbattarti..in fondo si sa gli amori sono fatti x iniziare e poi finire… nn odiarla nn vale la pena…lei se la fa con altri milioni di esseri umani..:).
    Cmq nn hai scritto una fesseria nel commento al mio post,al contrario,hai proprio centrato il punto… trovo difficile scrivere nel blog perchè cmq so che è letto da tante persone che spesso commentano senza rendersi veramente conto di quel che hai scritto!Come nell’ultimo..scrivevo dell’invidia per ironizzare e la gente invece crede che davvero sia invidiosa di loro O.o.. vabbè ognuno ha i suoi limiti!Io li avrò nel sapermi esprimere evidentemente :D.
    Ti bacio…

    Mi piace

  4. ma daiiii… 😀 fino all’ultimo avevo i lacrimoni poi? quando ho letto playstation sono rimasta immobile! io non la uso da un pò..nulla da dire…sicuramente ci hai passato dei momenti bellissimi…

    baciotti

    Mi piace

  5. Arriva il momento in cui si sente la necessità di rigettare tutto quello che in passato faceva ridere, divertire, svagare.

    Si cambia.

    E la Play è un passo obbligato per tutti, la mia è finita nascosta nell’armadio, non voglio vederla, ma a volte si fa vedere e richiede attenzioni. L’importante è sapere resistere alla tentazioni.

    Un bacio Topper, e non odiare la Play, odiare fa stare male te, prima di lei =P

    Mi piace

  6. Nel commento che hai lasciato nel mio blog hai proprio realizzato uno dei miei sogni attuali…correre senza dolori al ginocchio…su un prato…con una persona speciale…

    spero accadrà….un bacio e buona settimana

    Mi piace

  7. ora che hai smesso di giocare alla play vieni da me che ti passo il testimone e leggi il messagio che sto per mandarti:))
    P.S. scusa se non lascio un segno quando passo da te, ma ti leggo tutte le -rare- volte che lasci un post:))

    Mi piace

  8. uhauhauha avevo già preparato il commentino strappalacrime!!

    comunque mò te faccio piagne io 🙂 (leggere alla romanaccia prego)
    vieni da me… ti ho nominato!! dillo che non vedevi l’ora…

    ti bacio tutto

    Mi piace

Commenti?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.