Gli scarafaggi non hanno re

Venerdì lascio l’ufficio intorno alle 19.30. Giro tre librerie per comprare un volumetto che cercavo da tempo ma le trovo tutte e tre chiuse. La quarta è aperta.
Topper (con la faccia da intellettuale): Buonasera, cercavo “Gli scarafaggi non hanno re” di Daniel Weiss.
Commesso: Mi dispiace, non l’abbiamo.
Topper (con la faccia da curioso): Pazienza… ma… mi scusi… le librerie per ora chiudono il martedì?
Commesso: Non mi pare che le librerie siano chiuse di martedì.
Topper (con la faccia contrariata): Guardi, ne ho trovate tre qui vicino, tutte chiuse. Questa è la prima che vedo aperta.
Commesso: Ma oggi è venerdì…
Topper (con la faccia da imbecille): Eh eh eh… sì… volevo dire venerdì… come mai sono tutte chiuse?
Commesso: Forse perché sono quasi le 20.00?
Topper (con la faccia a terra): Eh eh eh… forse ho bisogno di un po’ di riposo…
Commesso: Direi proprio di sì.
Topper (senza faccia): Buonasera.
Commesso: Buonasera.